Copyright © 2017
Salvatore Santoro

2009-2012

Saluti da PINETAMARE:
«July 1989.
It has been the first time since I heard a Kalashnikov shooting.
And it was against people.
That night, we would have never imagined we had to run away,
looking back embracing some beers.»

The photos of this book were taken during three years 2009-2011 in the places along the 54 km of the National Road n. 7 Quater "Domitiana" in the cities of Licola, Lago Patria, Ischitella, Villaggio Coppola-Pinetamare Castel Volturno, Pescopagano, Mondragone, and crossing the Mediterranean coast of the provinces of Naples and Caserta, in Italy. These are the places of my childhood summer holidays. At that time these places were still pretty wild, just built, with nature still strong. But in those years the legal and illegal building boom began and filled with cement all the area, making it a symbol of unauthorized and environmental destruction. Illegality calls illegality and over the time this area is further degraded until today to be one of the main drug marketplace of the center-south Italy, headquarters of the Nigerian mafia (born in Castel Volturno and not in Nigeria), the commercial area of the Neapolitan Camorra and Mafia Casalese, area of illegal waste.
This book is not a journalistic document about a single event or one theme, but it's a personal project about my home, the place of my childhood. It's about what happened to these places. I tried to explore the changes into the places of my childhood memories by making them collide with reality. The reality is that the direction taken by mankind, is far from reaching a better future which would leave our children better off their parents.
Book developed with 3/3. TRETERZI.ORG. Selfpublished.

◼︎


Saluti da PINETAMARE:
«Luglio 1989.
Era la prima volta che sentivo sparare un Kalashnikov.
Ed era contro delle persone.
Mai avremmo immaginato, quella sera,
di dover scappare con delle bottiglie di birra in braccio guardandoci indietro.»

Le foto di questo libro sono state scattate durante i tre anni 2009-2011 nelle zone lungo i 54 km della Strada Statale n. 7 Quater “Domitiana”, nelle città di Licola, Lago Patria, Ischitella, Villaggio Coppola-Pinetamare, Castel Volturno, Pescopagano, Mondragone, attraversando la costa mediterranea delle province di Caserta e Napoli. Questi sono i posti delle mie vacanze estive di 25-30 anni fa. A quei tempi erano ancora abbastanza selvaggi, poco edificati, con la natura ancora forte. Ma proprio in quegli anni iniziò il boom edilizio legale ed illegale che cementificò tutta l'area rendendola simbolo dell'abusivismo e della distruzione ambientale. Illegalità chiama illegalità e nel tempo l'area è ulteriormente degradata fino ad essere oggi tra le principali piazze di spaccio del centro-sud, quartier generale della mafia nigeriana (nata a Castel Volturno e non in Nigeria), zona di affari di mafia casalese e camorra napoletana e area di sversamento illegale dei rifiuti di mezza Italia.
Non è un documento propriamente giornalistico che tratta un singolo evento o tema ma è un progetto personale che riguarda la mia casa, i luoghi della mia infanzia. Riguarda quello che è successo in questi posti. Ho cercato di esplorare i cambiamenti negli ambienti dei miei ricordi d’infanzia facendoli scontrare con la realtà. La realtà della direzione presa dall’uomo che non va affatto in un futuro migliore che lascia ai figli più di quanto ha ricevuto dai padri.
Libro sviluppato con 3/3 TRETERZI.ORG. Selfpublished.


SELECTED LINKS
Selected in DUMMY AWARD 2012 at 5th International Photobook Festival in Kassel
Review on Des livres ed des photos - Rémi Coignet / Le Monde
Livres de photographie 2012: une sélection - Rémi Coignet / Le Monde
PHOTO-EYE - BEST PHOTOBOOK 2013 BY ELISA MEDDE
Honorable mention at MARCO BASTIANELLI Award 2013
Selected in TALENT on FOAM MAGAZINE #36 - Sebastian Hau
Selected in OBSESSION Seléction Noël - Le Nouvel Observateur

TRAILER VIDEO